Sistema Tessera sanitaria, per l’anno 2021 gli adempimenti sono semestrali. Rispetto a quanto disposto inizialmente, la trasmissione dei dati al sistema tessera sanitaria per il 2021 sarà semestrale. L’invio mensile infatti almeno ad oggi è stato rinviato al 2022.

La legge di bilancio 2020, aveva già indicato che ai fini della detrazione fiscale delle spese mediche è obbligatorio il pagamento tramite mezzi tracciabili (bonifico, carta, bancomat ecc…) ad eccezione dell’acquisto di medicinali, dispositivi medici e prestazioni sanitarie offerte da strutture accreditate dal SSN.

Gli esclusi da questa eccezione e di conseguenza gli obbligati al nuovo adempimento tessera sanitaria sono moltissimi professionisti del mondo sanitario e non solo come medici, dentisti, ottici, farmacie, ecc….

Per le prestazioni del primo semestre 2021, l’adempimento dalla prima scadenza prevista per il 31 luglio 2021 è stata rinviata al 30 settembre a causa dell’emergenza sanitaria. Il rinvio è stato pubblicato con un decreto del MEF in fase di pubblicazione (https://sistemats1.sanita.finanze.it/portale/). Per il secondo semestre 2021, l’invio ultimo potrà essere fatto entro il 31 gennaio 2022.

A partire dal 2022 invece l’invio dei dati al sistema tessera sanitaria diventerà mensile.

In prima analisi tale invio sarebbe dovuto essere già mensile anche per il 2021 tuttavia con una nota del MEF di fine gennaio 2021, si è disposto almeno per il 2021 ad un invio con scadenza semestrale.

L’adempimento TS ricordiamo che prevede l’obbligo di trasmissione al sistema tessera sanitaria dei vari dati tra cui anche l’indicazione delle modalità di pagamento. Lo scopo è quello di inserire nella precompilata solo le spese pagate con sistemi tracciabili.

Vediamo cosa è il sistema tessera sanitaria.

COSA È IL SISTEMA TESSERA SANITARIA

Il sistema tessera sanitaria non è altro che un portale/sito web rivolto in primis agli operatori sanitari nel quale è possibile effettuare diverse operazioni. Al portale, se registrati, inoltre possono accedere anche i privati cittadini per la visualizzazione della propria area personale. Al suo interno i privati potranno ritrovare le proprie operazioni ed eventualmente opporsi all’invio dei propri dati all’agenzia dell’entrate.

Dal lato dei professionisti, il sistema tessera sanitaria invece dà la possibilità di aggiornare la posizione dei propri assistiti. Nel caso dei medici per esempio è possibile creare ricette, trasmettere certificati di malattia ecc.… La funzione primaria di questo sistema però è quella di coordinare tutti i servizi telematici del sistema sanitario nazionale.

Nel contenuto di oggi però non vogliamo parlare o esemplificare tutte le funzioni e le operazioni effettuabili attraverso il sistema tessera sanitaria, vogliamo fare un focus su un adempimento collegato con il fisco al quale sono tenuti moltissimi professionisti, il cosiddetto adempimento tessera sanitaria. Vediamo di cosa si tratta, chi è obbligato e quando.

L’ADEMPIMENTO TESSERA SANITARIA

In poche parole, l’adempimento tessera sanitaria consiste nella comunicazione da parte del professionista del mondo sanitario all’agenzia dell’entrate di quelle operazioni effettuate nei confronti dei cittadini che saranno riportate nelle loro dichiarazioni dei redditi.

Parliamo quindi delle cosiddette spese mediche da scaricare in dichiarazione.

Nello specifico, quando il cittadino paga per una prestazione/farmaco si attiva un processo: il medico o chi eroga il servizio invia i dati al sistema tessera sanitaria che a sua volta girerà i dati ad agenzia dell’entrate. Quest’ultima metterà a disposizione questi dati relativi alle spese mediche direttamente nella dichiarazione dei redditi precompilata del contribuente.

Il cittadino, come abbiamo anticipato prima, ha la possibilità di prendere visione delle spese inviate dall’erogatore a suo nome e manifestare il suo diniego all’invio dei dati all’Agenzia delle Entrate per la precompilazione della dichiarazione dei redditi relativamente ai dati di competenza dell’anno precedente.

CHI È SOGGETTO ALL’ADEMPIMENTO TESSERA SANITARIA

I soggetti obbligati all’invio dei dati al sistema tessera sanitaria con il passare degli anni sono diventati sempre di più.

Oltre a coloro che erano obbligati dagli anni precedenti come medici, farmacie, strutture pubbliche e private, odontoiatri, veterinari, parafarmacie, ottici, psicologiinfermieri, tecnici di radiologia medica con le nuove disposizione delle ultime settimane se ne sono aggiunti moltissimi altri; di seguito li elenchiamo tutti:

Sarà necessario quindi comunicare i dati al sistema tessera sanitaria per le operazioni effettuate nel primo semestre 2021, ovvero tutte le prestazioni erogate dal 1° gennaio al 30 giugno del 2021.

Ricordiamo che l’obbligo incombe a tutti i professionisti a prescindere dal regime fiscale. Anche i professionisti del mondo sanitario in regime forfettario sono soggetti alla trasmissione dei dati al sistema tessera sanitaria.

Per chi aderisce al regime forfettario, il codice iva da inserire circa le proprie prestazioni ricordiamo che sarà l’ N2.2.

QUALI SONO I DATI DA INVIARE

Veniamo adesso a determinare quali sono i dati che devono essere trasmessi al sistema tessera sanitaria. In linea generale l’obbligo di trasmissione è riferito a tutti quei documenti di spesa che sono rilevanti per la detrazione delle spese sanitarie dei privati cittadini: scontrini, fatture e ricevute e la relativa modalità di pagamento.

Non è necessario invece inviare i dati riguardanti quelle prestazioni fornite nei confronti di datori di lavoro persone fisiche o giuridiche che siano.

QUANDO DEVONO ESSERE INVIATI I DATI AL SISTEMA TESSERA SANITARIA

Il servizio telematico del sistema tessera sanitaria è disponibile h24 7su7, ne segue che è sempre possibile trasmettere i dati dei propri clienti. Per il professionista rimane solo da decidere la frequenza con la quale trasmettere i dati dei propri assistiti. Ricordiamo però che una data di scadenza esiste e deve essere comunque rispettata.

La data in questione è il 30 settembre 2021 per tutte le operazioni del primo semestre del 2021.

A partire dal 2021 la trasmissione sarebbe dovuta diventare di tipo mensile, con scadenza entro la fine del mese successivo, tuttavia con una nota del 3 febbraio 2021 le scadenze, almeno per il 2021 sono state riscritte.

Per il 2021 la cadenza degli invii è semestrale. Le date da segnare le l’invio dei dati al sistema tessera sanitaria sono quindi:

  • 30 settembre 2021, per le operazioni del primo semestre 2021
  • 31 gennaio 2022, per le operazioni del secondo semestre 2022.

A partire dal 2022 a meno di altre novità, l’invio diventerà mensile.

Consigliamo a chi non l’ha già fatto di trasmettere il prima possibile i dati delle proprie operazioni al sistema tessera sanitaria.

COME SI INVIANO I DATI AL SISTEMA TESSERA SANITARIA

I dati di spesa possono essere inviati attraverso tre diversi canali:

  • può essere inserita ogni singola spesa attraverso l’applicazione web messa a disposizione dal sito;
  • l’invio di una singola spesa con il web service;
  • invio di un file xml unico con tutte le spese.

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA PER LE PRESTAZIONI SANITARIE

Terminando vogliamo ricordare che anche per il 2021 è stato disposto che le fatture emesse da quei soggetti che trasmettono i dati al sistema tessera sanitaria non debbano essere in formato elettronico.

Nel caso il soggetto clienti sia una struttura e non un soggetto privato rimane comunque l’obbligo di emissione di fattura elettronica.

 
 
 

Potrebbe interessarti anche

 
25 Feb 2022
STARTUP-01
Aprire una startup innovativa in Italia

Sempre più usato, e talvolta abusato, nel linguaggio comune il termine start-up è il risultato [...]

7 Dic 2021
ESONERO CONTRIBUTIVO-01
Esonero contributivo 2021 per le partite iva

Dal 25 agosto al 30 settembre sarà possibile per i professionisti e gli imprenditori aventi i [...]

19 Nov 2021
regime impatriati
Regime degli impatriati – tornare in Italia pagando meno tasse

L’annosa questione della fuga dei cervelli per l’Italia è stata sempre al centro [...]