Se avete deciso di aprire la partita IVA per svolgere l’attività d’infermiere ma non sapete quale sia il codice ATECO corretto, siete nel posto giusto. Per prima cosa però è meglio vedere cosa è il codice ATECO e a cosa serve.

COSA È IL CODICE ATECO

Il codice ATECO è una tipologia di classificazione formata da una combinazione alfanumerica. Questa classificazione viene usata dall’ISTAT per le rilevazioni di carattere economico. Per ogni attività classificata esiste un codice. Quando si procede ad aprire una nuova partita IVA è necessario comunicare all’Agenzia dell’Entrate il tipo di attività che si andrà a svolgere inserendo proprio il codice ATECO. Nel momento della scelta, il commercialista si consulterà con il futuro contribuente e dopo un’accurata ricerca sceglierà il codice più adatto per identificare la nuova attività.

A COSA SERVE IL CODICE ATECO

Il codice ATECO serve per identificare, agli occhi dell’Agenzia delle Entrate e della camera di commercio (per le imprese), il campo di attività della partita IVA. Attraverso il codice ATECO quindi, si riesce a stabilire la categoria statistica, contabile e fiscale di una partita IVA.

Inoltre, soprattutto se si aderisce al regime forfettario, il codice ATECO che viene scelto nel momento di apertura della partita IVA andrà ad identificare il limite massimo di fatturato valido per continuare ad usufruire di tutte le agevolazioni di questo regime fiscale. Ricordiamo inoltre, nel caso specifico dell’infermiere essendo uno di quei professionisti muniti di cassa di previdenza alla quale iscriversi e versare i propri contributi, la scelta di un codice piuttosto che un altro potrebbe precludere l’iscrizione alla cassa e di conseguenza sbagliare inquadramento.

GLI ADEMPIMENTI FISCALI PER UN INFERMIERE PROFESSIONISTA

Come per tutti i professionisti, anche chi svolge la propria attività da infermiere in maniera professionale, ha l’obbligo di aprire la propria partita IVA per essere in regola con il fisco.

Se quindi, per esempio, dopo la laurea in infermieristica e l’iscrizione al collegio degli infermieri, ci si comincia a pubblicizzare per esempio attraverso dei biglietti da visita, si deve aprire la propria partita IVA e la rispettiva posizione previdenziale. Riassumiamo brevemente i passaggi.

  • Aprire la partita IVA – la nuova posizione fiscale potrà essere aperta recandosi personalmente all’ufficio più vicino dell’agenzia dell’entrate, compilare e consegnare l’apposito modello per aprire la partita IVA. Durante la compilazione ricordiamo che dovrà essere scelto il codice ATECO corretto, di cui parleremo tra poco. In questa sede, oltre al codice ATECO sarà importante scegliere anche il regime fiscale più conveniente per la propria situazione.
  • Iscrizione alla cassa professionale ENPAPI – dopo l’apertura della partita IVA come infermiere, il nuovo contribuente dovrà procedere anche alla creazione di una sua posizione previdenziale che come sappiamo è obbligatoria in Italia. Ricordiamo che l’ infermiere è uno di quei professionisti dotati di cassa di previdenza autonoma. In questo caso, si procederà all’iscrizione e al versamento dei contributi previdenziali ad ENPAPI secondo le sue regole. Per maggiori informazioni, riguardo la contribuzione degli infermieri professionisti rimandiamo direttamente al sito di ENPAPI.

IL CODICE ATECO PER INFERMIERE

Dopo avere presentato brevemente gli adempimenti fiscali per diventare infermiere professionista, veniamo al dunque, e vediamo qual è il codice ATECO per INFERMIERE.

Il codice ateco corretto per l’attività da infermiere professionista è:

86.90.29: altre attività paramediche indipendenti nca

Inoltre, in quanto attività professionale, l’infermiere non dovrà iscriversi al registro imprese tenuto dalla Camera di Commercio. Per terminare tutto l’iter di apertura ed essere in regola al centro per cento si dovrà procedere solo all’apertura della partita IVA e alla posizione previdenziale presso la propria cassa professionale di riferimento (ENPAPI).

libero professionista freelance aprire partita iva gratis

 
 
 

Potrebbe interessarti anche

 
25 Feb 2022
STARTUP-01
Aprire una startup innovativa in Italia

Sempre più usato, e talvolta abusato, nel linguaggio comune il termine start-up è il risultato [...]

7 Dic 2021
ESONERO CONTRIBUTIVO-01
Esonero contributivo 2021 per le partite iva

Dal 25 agosto al 30 settembre sarà possibile per i professionisti e gli imprenditori aventi i [...]

19 Nov 2021
regime impatriati
Regime degli impatriati – tornare in Italia pagando meno tasse

L’annosa questione della fuga dei cervelli per l’Italia è stata sempre al centro [...]