Nelle ultime settimane, in vista dell’introduzione obbligatoria della fatturazione elettronica a partire dal 1 gennaio 2019, moltissimi clienti ci hanno contattato chiedendoci:

“Dove trovo il mio codice destinatario da comunicare ai fornitori per ricevere le fatture elettroniche?”

Data la situazione ci sembra doveroso far un po’ di chiarezza in merito e spiegare cosa è il codice destinatario, dove si trova, come si ottiene e dove va inserito.

COSA È IL CODICE DESTINATARIO

Il codice destinatario è un campo compilabile durante il processo di fatturazione elettronico e consiste in un codice alfanumerico di 7 cifre. Questo magico numero non rappresenta nient’altro che l’indirizzo telematico al quale verranno inviate le fatture elettroniche che passeranno attraverso il sistema d’interscambio di agenzia dell’entrate. Attraverso il codice destinatario quindi il sistema d’interscambio sarà in grado di recapitare le fatture.

CODICE DESTINATARIO COME SI OTTIENE

Il codice destinatario viene comunicato al titolare di partita IVA quando egli si affida ad una software house per il servizio di fatturazione elettronica. Una volta ricevuto, toccherà al titolare di partita IVA comunicarlo direttamente al sistema d’interscambio al fine di ricevere tutte le fatture elettroniche direttamente sul proprio software di fatturazione.

COSA SUCCEDE SE NON HO UN CODICE DESTINATARIO

Come abbiamo visto nel nostro contenuto precedente, i contribuenti che non hanno a disposizione un codice destinatario potranno indicare ai propri fornitori il codice destinatario “0000000”. In questa situazione, il fornitore invierà direttamente la fattura al sistema d’interscambio e il contribuente potrà recuperarla direttamente dal sito d’agenzia dell’entrate. In alternativa inoltre, per poter ricevere la fattura il contribuente potrà indicare anche un indirizzo PEC.

Ricordiamo che una volta ricevuta la fattura, il gioco non sarà finito qui. Tutte le fatture elettroniche infatti dovranno conservarsi elettronicamente per dieci anni. Qualora non si fosse in possesso di un apposito sistema di conservazione sostitutiva fornito dalla propria software house si potrà optare al sistema messo a disposizione dall’ADE.

È NECESSARIO COMUNICARE IL CODICE DESTINATARIO A TUTTI I FORNITORI?

Una volta ricevuto il codice destinatario dalla nostra softwarehouse potremo deciderlo di comunicarlo direttamente ai propri fornitori oppure optare ad una soluzione più comoda e veloce. Potremo infatti inserire il nostro codice destinatario come indirizzo prevalente direttamente sul sito dell’agenzia dell’entrate in modo che questo venga associato direttamente al nostro numero di partita IVA e ogni fattura a noi emessa ci venga direttamente recapitata dal sistema d’interscambio alla nostra piattaforma.

COME SI INSERISCE IL CODICE DESTINATARIO SULLA PIATTAFORMA DI AGENZIA DELL’ENTRATE

Vediamo come si inserisce il codice destinatario direttamente su Agenzia dell’Entrate per ricevere direttamente tutte le fatture elettroniche nella propria piattaforma di fatturazione elettronica senza comunicare ogni volta il proprio codice destinatario ad ogni fornitore. Per prima cosa ricordiamo che per accedere alla propria area riservata dell’Agenzia dell’Entrate è necessario munirsi delle credenziali fisconline.

Collegandosi sul sito dell’agenzia dell’entrate bisognerà cliccare sul pulsante in alto a destra: “area riservata

SDI01

Nella seconda schermata, dovremo accedere attraverso fisconline.

SDI2

Nella terza schermata, qualora usassimo le credenziali fisconline, per accedere dovremo cliccare su: “accedi con credenziali agenzia

SDI3

Inseriamo il nostro nome utente che è il nostro codice fiscale, la password e il PIN.

Ricordiamo che le prime 4 cifre del PIN ci vengono immediatamente rilasciate dopo la prima richiesta di registrazione mentre password e la restante parte del PIN ci vengono recapitate direttamente presso il nostro domicilio in circa 15 giorni.

SDI4

Qualora fosse il primo accesso, il sistema ci farà cambiare subito la nostra password.

SDI5

Una volta cambiata la password, possiamo finalmente accedere alla nostra area riservata.

Giunti a questo punto, clicchiamo sul bottone Fatturazione elettronica e corrispettivi elettronici per procedere all’inserimento del nostro codice destinatario.

SDI6

Una volta cliccato su Fatturazione Elettronica e corrispettivi elettronici, entreremo nell’area tematica del sito di agenzia dell’entrate: fatture e corrispettivi. Una volta inserite nuovamente le nostre credenziali entreremo finalmente nella nostra area riservata.

SDI7

Appena dentro l’area, sotto la voce fatturazione elettronica clicchiamo sul link: registrazione dell’indirizzo telematico dove ricevere tutte le fatture elettroniche.

SDI8

Il passo seguente quindi sarà quello di porre il flag alla voce codice destinatario ed inserire il codice alfanumerico che riceveremo dopo l’acquisto del nostro software di fatturazione.

Ricordiamo che in questa sede sarà possibile anche inserire la propria PEC di riferimento qualora non avessimo un codice destinatario.

SDI9

Inserito il codice, il sistema ci chiederà di confermare la nostra scelta quindi, controlliamo se tutte le cifre del codice sono corrette e procediamo.

SDI10

Una volta confermato, il sistema a sua volta ci confermerà che il processo è andato a buon fine.

Da questo momento in poi, ogni qual volta riceverete delle fatture elettroniche non sarà più necessario andarle a cercare ogni volta sulla propria pagina personale ma ve le ritroverete tutte ben ordinate nella vostra piattaforma di fatturazione elettronica la quale si preoccuperà anche di conservarle a norma di legge senza doverle spostare di volta in volta.

SDI11

Adesso che hai terminato il processo potrai ricevere tutte le tue fatture elettroniche direttamente sul tuo gestionale.


fatturazione elettronica con fatturazione 24

 
 
 

Potrebbe interessarti anche

 
22 Nov 2022
Regime forfettario 2023 – Cosa cambierà?

Come ogni anno, giunti nei mesi di novembre e dicembre cominciano a circolare le voci possibili [...]

4 Ago 2022
Autofatture elettroniche – nuovo adempimento per i forfettari

Il mese di luglio, per la stragrande maggioranza dei forfettari, oltre che per i primi versamenti [...]

14 Giu 2022
Fatturazione elettronica e regime forfettario – come farsi trovare pronti

Dal 1° luglio 2022, come ormai tutti sappiamo, sarà introdotta la FE obbligatoria anche per chi [...]

 
 
 
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione che puoi accettare o rifiutare. Cosa vuoi fare?
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy